• bollicine dell'etna 2015

Bollicine dell’Etna 2015

Lunedì 2 Marzo 2015 a Castiglione di Sicilia, il Mondo in un bicchiere è stato ospite nella severa e imponente mole del Castello di Lauria, vero baluardo della Comunità Castiglionese. Il Paesaggio che si gode dagli spalti del maniero ha pochi eguali in Sicilia. L’Etna imperioso ed imperturbabile sovrasta la Valle dell’Alcantara ed il paesino Etneo si dipana ai piedi del gigante.
Inarrestabile è l’ascesa del vino dell’Etna che varie Aziende producono ed esportano in tutto il mondo: il nettare etneo delizia nelle varie frazioni Solicchiata, Passopisciaro, Rovittello e da qui deborda inondando le tavole del mondo.
Una grande realta’ tutta italiana che continua a stupire e che si stà solidificando per potere imporsi sempre piu’ forte nel mercato mondiale.
L’evento a cui Il Mondo in un bicchiere si accosta è “Le bollicine dell’Etna 2015”, dedicato agli spumanti dell’Etna , al quale hanno partecipato 11 Aziende vitivinicole che producono vino spumante sul’Etna.
La prima edizione è stata presentata dal Sommelier dell’A.I.S. Salvatore Di Bella che ha illustrato le differenti caratteristiche di spumanti di cui sentiremo ben parlare in futuro in quanto molte di loro sono delle vere e proprie chicche con notevoli prospettive commerciali.
Il Mondo in un bicchiere ha durante l’evento esposto ed illustrato gli obbiettivi che l’Associazione si pone , allacciando diversi contatti con gli addetti ai lavori e naturalmente destando l’interesse sincero degli appassionati attratti dal’eleganza e dalla praticità del’oggettistica specializzata in aerazione, ossigenazione, refrigerazione ed altro.

Alla fine di un giorno, dalle scale scoscese di un vecchio maniero, davanti ad uno scenario di selvaggia bellezza, un pensiero si invola:

Una nuvola di case adagiata su uno sperone di arenaria
biancheggia tra aride sponde
le pietre di un severo potere
impero d’ira e di forza bruta
sbuffano stanche al sole di Marzo
in un vortice impalpabile
di mistero sottile e fascinoso
Alla fine di un giorno
velata da fresche atmosfere crepuscolari
la vista spazia leggera e giuliva
librando su poggi e altipiani
esalanti madido calore e vaporose luci di umanità.

Gregorio 2 Marzo 2015

Author

Comments are closed.