Una serata all’insegna della bellezza nella cornice barocca dello splendido palazzo Nicolaci.

Una Noto autunnale discreta e dorata , che affascina in ogni suo scorcio, che ammalia e rapisce come una sirena di Ulisse.

Le sale del palazzo sono altrettanto cariche di decori come gli esterni , ma l’armonia non si rompe.

Le donne di Soroptimis , bellezza ed eleganza.

Il canto di un cigno fra vesti sfarzose ed affreschi divini al suono intarsiato di un clavicembalo in un atmosfera suadente.

Da qui una cascata di pensieri che in rivoli e rugiade  si raccolgono in un otre di sapienza e saggezza: la bellezza è un valore assoluto.

In uno di quegli attimi preziosi , un pensiero mi ha portato a Juliette Binoche , la bellissima protagonista di una scena de “Il paziente inglese”:

Alla luce di una torcia , la bellissima Juliette  viene sollevata da una fune , al centro della   navata di un’antica chiesa toscana.

Una farfalla tra le pareti affrescate , tra volti e membra dipinte da maestrie rinascimentali. Un viso femminile in primissimo piano, sembra il ritratto dell’attrice , uno specchio secolare che conferma quanto ho sempre saputo: la bellezza è un valore assoluto e non rende conto a niente e a nessuno nè al tempo nè alla guerra nè alla condizione.

E’ un valore che anche quando la terra trema,   come in questa  Sicilia invasa nei secoli da orde barbariche e sconvolta da sismi e vulcani, vince ogni ostacolo e restaura equilibrio. Quell’equilibrio da cui deriva armonia , luce e serenità . Il Barocco è un estremo tentativo di recupero , di compensazione , di rivalsa , ma la bellezza non si pone obiettivi, non si relaziona , non scende a compromessi, la bellezza è un valore assoluto e non rende conto a niente e a nessuno. Ed è una radice da cui germoglierà la speranza , la forza , e la capacità per vincere .

Il mondo in un Bicchiere ringrazia Soroptimis per la splendida  serata che  ha rivolto  un messaggio  da cui sono scaturiti pensieri e riflessioni sul tema della bellezza , a cui molti purtroppo rivolgono  violenza. Violenza  perpetrata in mille modi e mietendo vittime indifese. Bisogna parlarne e  discuterne,  sempre all’insegna di quell’equilibrio che la bellezza contribuisce a sostenere, ma con fermezza e decisione.

Il Mondo in un bicchiere nel suo ambito  predica la bellezza : la bellezza dei luoghi in cui viviamo, la raffinatezza dei gesti con cui proponiamo le nostre passioni, la ricerca dell’equilibrio e dell’armonia in tavola e  in un vino, l’esercizio alla ricerca di quest’equilibrio con la degustazione e l’abbinamento di ciò che beviamo a quello che mangiamo. Il vino che ha piu’ equilibrio è quello che invecchia meglio.  La ricerca della bellezza e dell’equilibrio sono valori che sempre  esalteremo e proporremo ai nostri amici e sostenitori e sempre collaboreremo con cuore con chi porta avanti  con coraggio e dedizione la tutela e la difesa di questi valori.

Io personalmente , essendo un amante della bellezza , ho scritto tanto sul tema e mi propongo di creare una pagina su cui riversare periodicamente le mie riflessioni, i miei pensieri e perchè no, anche i vostri.

Gregorio

 

 

Comments are closed.